Il counseling trasforma tutto, anche la paura del cambiamento

La realtà odierna cambia in fretta e richiede un continuo processo di adattamento.
Trasformazioni e riorganizzazioni, all’ordine del giorno anche negli Enti del Terzo Settore, possono provocare disagi, conflitti, blocchi a livello operativo, comunicativo e relazionale.

Sostenere in modo costruttivo chi sta affrontando un cambiamento è la risposta più adeguata. Una soluzione offerta dal counseling: un percorso di apprendimento attraverso il quale gli Enti del Terzo Settore possono esplorare le loro necessità, le competenze esistenti, quelle da sviluppare e da acquisire.

Di stimolo per i responsabili delle risorse umane, i dirigenti e i responsabili dei servizi, il counseling è fondamentale quando al lavoro diventa difficile: 

  1. la condivisione della mission o dei progetti
  2. la convivenza
  3. la motivazione
  4. la coesione organizzativa
  5. la gestione di conflitti in fase di cambiamento

Un percorso di counseling porta:

  1. maggior benessere
  2. miglior comunicazione all’interno dell’ente
  3. incremento dell’efficienza ed efficacia del lavoro
  4. aumento o riscoperta della motivazione
  5. capacità di riconoscere e gestire situazioni conflittuali e di disagio

La nostra proposta di counseling.

A seconda della complessità della situazione, il nostro percorso di counseling può estendersi da due fino a dieci giornate. Il primo incontro è gratuito.

Lavori in un Ente del Terzo Settore?
Per fissare un incontro scrivi a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © Nessunotocchimario 2018. All Rights Reserved. - Design by CaliAgency